ZONE ROSSE COMUNALI, LETTERA APERTA AL GOVERNATORE MUSUMECI DI CONFCOMMERCIO PROVINCIALE RAGUSA: “NON ARRIVANO ANCORA INDICAZIONI CHIARE PER GLI OPERATORI ECONOMICI”

ZONE ROSSE COMUNALI, LETTERA APERTA AL GOVERNATORE MUSUMECI DI CONFCOMMERCIO PROVINCIALE RAGUSA: “NON ARRIVANO ANCORA INDICAZIONI CHIARE PER GLI OPERATORI ECONOMICI”
prelati moncada

ZONE ROSSE COMUNALI, LETTERA APERTA AL GOVERNATORE MUSUMECI DI CONFCOMMERCIO PROVINCIALE RAGUSA: “NON ARRIVANO ANCORA INDICAZIONI CHIARE PER GLI OPERATORI ECONOMICI”

Zona rossa comunale, lettera aperta al governatore Musumeci dei vicepresidenti provinciali Confcommercio Ragusa Prelati e Moncada “Non sono ancora arrivati i chiarimenti per le attività economiche”

 

Confcommercio provinciale Ragusa ha indirizzato una lettera aperta al presidente della Regione Sicilia, Nello Musumeci. Il documento è sottoscritto dai vicepresidenti Antonio Prelati, con delega per l’area comprensoriale ipparina, e Giorgio Moncada, con delega per l’area comprensoriale modicana, ed è indirizzato, per conoscenza, al presidente vicario Confcommercio Sicilia, Gianluca Manenti. “Gentile presidente, con ordinanza numero 60 del 17 novembre 2020 – è chiarito nel documento inviato a Musumeci – è stata disposta la proroga delle misure per arginare l’epidemia Covid-19 e quindi la cosiddetta “zona rossa” per la città di Vittoria. Si è già chiesto e si continua a richiedere, in questa sede, di fornire indicazioni chiare agli operatori economici e ai cittadini quando si dispongono zone rosse comunali, che generano grande confusione, con riferimento, nello specifico, alle regole previste per le “regioni rosse” di competenza del governo centrale”. “Nel caso in questione – sottolinea Prelati – mi riferisco alla zona rossa del Comune di Vittoria per la quale, oltre alla citata mancanza di carenza informativa, continuano a non pervenire indicazioni chiare sugli aiuti da fornire agli operatori economici della città di Vittoria. Come è noto, questi ultimi sono già stati costretti a limitare o sospendere del tutto la propria operatività con pesanti conseguenze sul piano della sostenibilità economica e finanziaria. All’alba della terza settimana di proroga, nessuna indicazione è arrivata dall’organo che tale situazione ha, con ordinanza contingibile ed urgente, determinato. Con l’assurda conseguenza che tali operatori non possono ottenere gli aiuti del governo centrale in quanto non si è regione rossa e non si ricevono aiuti da parte della regione Sicilia che, peraltro per pochi comuni siciliani, ha decretato la “zona rossa”. Il Comune più penalizzato tra questi, ovviamente, è Vittoria. Con i suoi 63.000 abitanti e con le svariate attività economiche che, solitamente, soddisfano i bisogni della stessa cittadinanza. Senza volontà polemica di alcuna natura, si chiede semplicemente una risposta a quello che comincia davvero a diventare un appello dai toni drammatici alle istituzioni preposte”. E il vicepresidente Moncada prosegue: “Ci chiediamo come si muoverà il Governo regionale se dovessero essere decretate zona rossa altri comuni della nostra provincia? Si continuerà ancora a fare finta di niente? Si continuerà ancora a non prevedere alcun tipo di aiuto? Impossibile proseguire lungo questa direzione altamente penalizzante per le varie attività economiche”.

Ragusa, 19 novembre 2020

 

       Vicepresidenti provinciali Confcommercio Ragusa

                  Antonio Prelati – Giorgio Moncada

                                                                                                     Ufficio stampa Giorgio Liuzzo                                        

Condividi:

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on linkedin
Share on twitter
Share on email
Share on print