C95D1F2A-7B62-496F-BB4D-623D1B449B4B

VITTORIA: i fatti di cronaca accaduti di recente in città spingono la sezione cittadina di Confcommercio a presentare una serie di proposte all’indirizzo di palazzo Iacono

Vittoria e i fatti di cronaca accaduti di recente in città. La sezione comunale di Confcommercio avanza una serie di proposte sollecitando più controlli e una maggiore cura degli spazi urbani

Alla luce dei recenti fatti di cronaca accaduti in città, riteniamo sia doveroso intervenire sulla questione riguardante la sicurezza e l’ordine pubblico, al fine di tutelare ciascun cittadino nonché gli operatori commerciali che, con le vetrine dei propri negozi e con una intensa e vivace movida animata da pub e ristoranti,lavorano ogni giorno per offrire ai visitatori limmagine di Vittoria come città accogliente. E il presidente della sezione cittadina di Confcommercio, Gregorio Lenzo, ad affermarlo evidenziando che, di solito, l’insicurezza nelle città è prodotta da una complessità di fattori, tra cuirientra anche il modo in cui nella stessa città gli spazi urbani sono curati e gestiti. Basti pensare a quanto può influire sulla percezione di insicurezza il fenomeno del degrado urbano. È la famosa teoria continua Lenzo dei “vetri rotti”, secondo la quale gli aspetti degradati di un ambiente, come appunto i vetri rotti di un’abitazione,generano sensazioni di vulnerabilità. La mancanza di cura degli spazi urbani, come ad esempio una scarsa illuminazione di vie e piazze, o una mancanza di decoro, accresce questo sentimento di insicurezza. E proprio per questo motivo che, come associazione di categoria, nell’interesse della promozione e dello sviluppo economico della città, chiediamo di intervenire con urgenza a riqualificare i vari siti presenti in città,eliminando fattori di marginalità e di esclusione sociale e promuovendo sempre più il rispetto della legalità.Dobbiamo farlo attraverso un progetto con ununica cabina di regia partendo dalla idea di una sicurezza aperta e condivisa, alla cui attuazione concorrono soggetti diversi, dallo Stato agli enti territoriali, dai cittadini singoli o organizzati, alle realtà associative e locali, dalle scuole con le agenzie educative ai soggetti economici della città. Cè sempre maggiore consapevolezza sul fatto che non è possibile promuovere strategie finalizzate a migliorare la sicurezza che siano efficaci e durevoli se non in forme condivise e sinergiche con tutte le componenti della comunità locale vittoriese. In più di unoccasione abbiamo sollecitato l’amministrazione sull’ordine pubblico e la sicurezza e su una presenza maggiore di tutte le autorità preposte in città e lo faremo ogni qualvolta riterremo chedeterminati fenomeni rischino di minare le basi della coesione civile convinti che Vittoria meriti di essereconosciuta come città vivace, intraprendente, laboriosa e volitiva. Unaltra priorità è rappresentata dalla frazione rivierasca di Scoglitti che precisa Lenzo devecontinuare ad essere appetibile anche ai turisti del mese di settembre, e non solo, mantenendo e prolungando i servizi di fruizione delle spiagge come le pedane di accesso, i cestini per limmondizia, specialmente in prossimità delle strutture recettive. Sicuramente, per poter parlare di destagionalizzazione a Scoglitti, lo sidovrà fare con la nuova amministrazione comunale. Auspichiamo, ad ogni modo, che possa esserci ancheadesso sempre vicinanza a chi, come gli operatori alberghieri, hanno dovuto subire gli effetti Covid di una stagione estiva anomala e partita in netto ritardo.

Vittoria, 28 settembre 2020                                    

                                       

                                                                        Presidente sezionale Confcommercio Vittoria

                                                                           Gregorio Lenzo

                                                                                        Ufficiostampa Giorgio Liuzzo                                              

Condividi:

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on linkedin
Share on twitter
Share on email
Share on print