comunicati stampa nazionale

In Val d’Aosta danni da ritardo approvazione ddl 60

In Val d’Aosta danni da ritardo approvazione ddl 60

La Confcommercio regionale si dice preoccupata per i continui ritardi del provvedimento destinato a regolamentare le vendite promozionali e i saldi di fine stagione.

"Abbiamo proposto alcune deroghe per le vendite promozionali ed i saldi di fine stagione. Con il ritardo dell'approvazione del ddl 60 si rischia che tutto salti con grave danno per i commercianti già pesantemente colpiti dalla sospensione per decreto dell'attività". Lo dichiara, in una nota, Graziano Dominidiato, presidente di Confcommercio Valle d'Aosta, sui ritardi sull'esame in Consiglio Valle dell'Assestamento di bilancio.

L'articolo 69 del ddl – è spiegato nella nota – prevede che le vendite promozionali previste dal 15 al 31 luglio possono essere avviate senza autorizzazione e che i saldi di fine stagione si svolgano dal primo agosto al 30 settembre. "Siamo fortemente preoccupati per i continui ritardi di un provvedimento legislativo che avrebbe dovuto essere approvato nella prima quindicina di giugno – aggiunge Dominidiato – e mi aspetto che i legislatori regionali trovino quella sensibilità e condivisione necessarie per dare risposte concrete ai cittadini tutti e ai commercianti che si sono sobbarcati l'onere di mantenere i livelli occupazionali per evitare di acuire la già preoccupante disgregazione sociale ed aumentare il numero dei disoccupati".

Articolo Originale

Condividi:

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on linkedin
Share on twitter
Share on email
Share on print