CONFCOMMERCIO PROVINCIALE RAGUSA: “TUTTO PRONTO PER I BENEFICIARI DEL DECRETO RISTORI 1 CHE DOVRANNO PRESENTARE LA NUOVA ISTANZA”

CONFCOMMERCIO PROVINCIALE RAGUSA: “TUTTO PRONTO PER I BENEFICIARI DEL DECRETO RISTORI 1 CHE DOVRANNO PRESENTARE LA NUOVA ISTANZA”
EDIFICIO ESTERNO DELLA AGENZIA DELLE ENTRATE
TRENTO 23 MAGGIO 2012
FOTO PAOLO PEDROTTI

CONFCOMMERCIO PROVINCIALE RAGUSA: “TUTTO PRONTO PER I BENEFICIARI DEL DECRETO RISTORI 1 CHE DOVRANNO PRESENTARE LA NUOVA ISTANZA”

Confcommercio provinciale Ragusa: “Tutto pronto per i beneficiari del decreto Ristori 1 che dovranno presentare la nuova istanza Da domani l’Agenzia delle Entrate potrebbe aprire il canale telematico per iniziare a ricevere le domande”

Confcommercio provinciale Ragusa chiarisce che è tutto pronto per i beneficiari del decreto Ristori 1 (Dl 137/20) che dovranno presentare la nuova istanza. L’Agenzia delle entrate ha ultimato il nuovo modello della domanda e già da domani, venerdì 20 novembre, potrebbe aprire il canale telematico per iniziare a ricevere le domande. Si avranno a disposizione, come da decreto-legge, 60 giorni per trasmettere le richieste all’Agenzia delle entrate. E potranno inoltrarle, come per il primo contributo a fondo perduto, anche gli intermediari. Intanto l’Agenzia ha già erogato tra i primi contributi a fondo perduto e gli indennizzi automatici 7,6 miliardi di euro e allo stesso tempo la procedura di controllo informatico ha consentito di bloccare chi ha provato a frodare lo strumento. “Le nuove istanze – spiega il presidente provinciale Confcommercio Ragusa, Gianluca Manenti – dovranno essere presentate da quei soggetti che non avevano trasmesso la domanda, pur avendone i requisiti con il decreto rilancio e da coloro i quali hanno società con fatturati sopra i cinque milioni di euro precedentemente esclusi dagli indennizzi. Il riferimento anche per questi contribuenti sarà sempre il calo del fatturato subito da aprile 2019 rispetto ad aprile 2020 rapportato alle percentuali dei ricavi. Ma ci sono molteplici casi di partite Iva che, seppur aperte e operative, hanno iniziato a fatturare post aprile o ad aprile avevano fatturato zero. L’attenzione da parte delle Agenzie delle entrate sarà massima per evitare che si compiano frodi”.

 

 

Ragusa, 19 novembre 2020

 

    Presidente provinciale Confcommercio Ragusa

                      Gianluca Manenti

                                                                                                     Ufficio stampa Giorgio Liuzzo                                                                                                   

Condividi:

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on linkedin
Share on twitter
Share on email
Share on print