CONFCOMMERCIO PROVINCIALE RAGUSA INVITA GLI ASSOCIATI AD ATTENERSI SCRUPOLOSAMENTE ALLE PRESCRIZIONI CONTENUTE NEL DPCM APPROVATO NELLA NOTTE, IL PRESIDENTE MANENTI: “IL MOMENTO E’ GRAVE E COME TALE VA AFFRONTATO”

CONFCOMMERCIO PROVINCIALE RAGUSA INVITA GLI ASSOCIATI AD ATTENERSI SCRUPOLOSAMENTE ALLE PRESCRIZIONI CONTENUTE NEL DPCM APPROVATO NELLA NOTTE, IL PRESIDENTE MANENTI: “IL MOMENTO E’ GRAVE E COME TALE VA AFFRONTATO”
Il-presidente-Manenti-al-vertice-di-ieri-pomeriggio-in-prefettura-2

CONFCOMMERCIO PROVINCIALE RAGUSA INVITA GLI ASSOCIATI AD ATTENERSI SCRUPOLOSAMENTE ALLE PRESCRIZIONI CONTENUTE NEL DPCM APPROVATO NELLA NOTTE, IL PRESIDENTE MANENTI: “IL MOMENTO E’ GRAVE E COME TALE VA AFFRONTATO”

Le nuove limitazioni previste dal Dpcm firmato nella notte Confcommercio provinciale Ragusa si rivolge agli associati “Il momento è grave e come tale va affrontato. Serve scrupolo”

Alla luce del nuovo Dpcm emanato nella notte e dopo le ulteriori indicazioni ricevute dalla prefettura, dove ieri pomeriggio si è tenuto un altro vertice per informarci sull’evoluzione dell’emergenza sanitaria attualmente in corso, Confcommercio provinciale Ragusa invita i propri associati ad attenersi con scrupolosità e strettamente alle disposizioni impartite dal Governo nazionale con riferimento all’organizzazione degli spazi interni per far sì che sia mantenuto il vincolo del metro di distanza e di affiggere all’esterno le indicazioni in questione così da rendere edotti i potenziali avventori. Naturalmente, sono vietati assembramenti di ogni genere e si deve fare in modo, per quanto riguarda le attività commerciali, di assumere delle misure organizzative tali da consentire un accesso contingentato. Inoltre, sono consentite le attività di ristorazione e bar dalle 6 alle 18 con obbligo, a carico del gestore, di predisporre le condizioni per garantire la possibilità del rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro. E, ancora, nelle giornate festive e prefestive sono chiuse le medie e grandi strutture di vendita, nonché gli esercizi commerciali presenti all’interno dei centri commerciali e dei mercati.

Il presidente provinciale Confcommercio Ragusa, Gianluca Manenti, afferma: “Non possiamo più permetterci distrazioni di sorta. Non ci saranno più scusanti. Il momento è grave e come tale va affrontato. Sono previste multe pesanti e, in casi estremi, anche il ritiro della licenza. Questo perché la situazione rischia di sfuggire di mano e non possiamo permettercelo. Quindi, invitiamo con notevole rigore tutti gli associati a rispettare le indicazioni contenute nel Dpcm che hanno trasformato l’intera Italia in zona protetta. Al contempo, consapevoli delle difficoltà con cui le imprese del settore saranno chiamate a fare i conti, attraverso i canali associativi, stiamo premendo per garantire delle risposte di un certo tipo sul piano economico e del sostegno a chi sarà più colpito duramente da quello che, giocoforza, si annuncia come uno stato di crisi. Siamo pronti a metterci in moto nella maniera necessaria per creare tutte le condizioni che ci permettano di ripartire. Prima, però, è necessario superare il più possibile incolumi questo stato di emergenza. E ciascuno di noi dovrà fare la propria parte. La nostra associazione è disponibile, telefonicamente (0932.622522) oppure tramite i canali social e posta elettronica (ragusa@confcommercio.it), per fornire le indicazioni necessarie riguardo gli accorgimenti da adottare allo scopo di rispettare appieno le limitazioni prescritte dal Dpcm”.

Ragusa, 10 marzo 2020

Presidente provinciale Confcommercio Ragusa
Gianluca Manenti

                                                                                        Ufficio stampa Giorgio Liuzzo

Condividi:

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on linkedin
Share on twitter
Share on email
Share on print