Federfiori Ragusa con il presidente nazionale Alfino

COME SALVARE IL COMPARTO DEI FIORISTI DOPO LO SCOPPIO DELLA PANDEMIA, FEDERFIORI RAGUSA AI LAVORI DEL CONSIGLIO REGIONALE CON IL PRESIDENTE NAZIONALE ALFINO

Come è cambiata la professione del fiorista dopo lo scoppio della pandemia e quali sono le soluzioni da adottare

per salvare il comparto, Federfiori Ragusa ha partecipato a Caltanissetta ai lavori del consiglio regionale di federazione

Federfiori Ragusa, aderente a Confcommercio, ha partecipato a Caltanissetta ai lavori del consiglio regionale della federazione di categoria, alla presenza dei rappresentanti delle varie province siciliane. Ragusa era rappresentata dal presidente Giovanni Salerno con i vice Antonio Mormina e Salvatore Careno. A dare manforte al gruppo i consiglieri Roberto Verdelli e Giampiero Gandolfo. Nella fase iniziale dei lavori, sono stati illustrati gli obiettivi di assistenza agli associati dallo scoppio della pandemia in poi e, altresì, è stato messo in evidenza come siano cambiati gli obiettivi di questo settore commerciale, dal momento che oggi le esigenze del cliente risultano essere molto diverse rispetto a qualche anno fa. Il presidente nazionale Rosario Alfino ha rimarcato questo aspetto, fornendo nuova linfa con il progetto Cometa Federfiori che può diventare uno strumento non indifferente per offrire un servizio migliore alla clientela e che si propone di assicurare una vetrina on line a tutti gli associati. Tra i punti all’ordine del giorno, anche le vendite di beneficenza: Alfino ha parlato della trattativa sostenuta con alcune associazioni di beneficenza per alcuni periodi dell’anno come quello natalizio. Si è parlato, quindi, della possibilità di individuare dei percorsi adeguati con cui portare avanti le suddette iniziative. Si è poi scesi nel dettaglio per quanto riguarda i nuovi traguardi del wedding, con particolare riferimento all’evoluzione del commercio degli eventi, alle nuove esigenze del settore e a come la categoria, nella maggior parte dei casi, non sia riuscita ad andare avanti al passo con i tempi. Una circostanza che, quindi, ha finito con il creare delle difficoltà anche serie all’intero comparto. “Tutto questo – afferma Salerno – deve portare a decidere di valorizzare il nostro lavoro con l’organizzazione di corsi sul marketing e sull’e-commerce in un modo da essere in grado di migliorare l’approccio con la clientela. E’ stato illustrato il progetto Cometa dettagliandone tutti i vantaggi. Si tratta di una piattaforma per gli ordini floreali in tutta Italia, una piattaforma che permetterà di inviare gli ordini stessi e che abbatterà totalmente i costi di trasmissione. Un altro obbiettivo sarà quello del riconoscimento professionale della categoria del fiorista. Ecco perché il presidente nazionale sta tenendo degli incontri finalizzati al raggiungimento di un traguardo che, in realtà, in alcune regioni è già stato ottenuto. Alfino sta lavorando con la Regione Sicilia affinché questo riconoscimento possa arrivare anche da noi”.

 

Ragusa, 31 luglio 2020

 

           Presidente provinciale Federfiori Ragusa

                                      Giovanni Salerno

                                                                                                     Ufficio stampa Giorgio Liuzzo                                                

Condividi:

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on linkedin
Share on twitter
Share on email
Share on print