CI SI PREPARA AL PERIODO DEI SALDI ANCHE IN PROVINCIA DI RAGUSA, FEDERMODA: “ECCO LE REGOLE DA RISPETTARE AI TEMPI DEL COVID”

CI SI PREPARA AL PERIODO DEI SALDI ANCHE IN PROVINCIA DI RAGUSA, FEDERMODA: “ECCO LE REGOLE DA RISPETTARE AI TEMPI DEL COVID”
russino

CI SI PREPARA AL PERIODO DEI SALDI ANCHE IN PROVINCIA DI RAGUSA, FEDERMODA: “ECCO LE REGOLE DA RISPETTARE AI TEMPI DEL COVID”

Ci si avvicina al periodo dei saldi che quest’anno in provincia di Ragusa prende il via dal 1° luglio e durerà sino al 15 settembre, Federmoda iblea “Ecco le norme da rispettare ai tempi del Covid”

È stata fissata al 1° luglio, anche in provincia di Ragusa, la data di inizio dei saldi estivi 2021. Andranno avanti sino al 15 settembre. Pure quest’anno, chiariscono da Confcommercio provinciale Ragusa, saranno rispettate le norme di distanziamento e i protocolli adeguati per contrastare la diffusione del virus Sars-CoV-2/Covid-19. Al momento, dunque, nel rispetto delle linee guida per le attività economiche e produttive, sono confermate solamente le modalità di svolgimento delle vendite di fine stagione, che dovranno avvenire secondo una serie di regole sintetizzate nel decalogo dei “saldi chiari e sicuri”. In vista del prossimo periodo estivo dedicato ai saldi, Federmoda e Confcommercio forniscono, in un decalogo aggiornato, una serie di indicazioni fondamentali, sia per gli esercenti che per i clienti, per effettuare gli acquisti in saldo seguendo norme di sicurezza e trasparenza. Prima fra tutte il rispetto del distanziamento sociale, l’obbligo di mantenere la mascherina nel negozio e la disinfezione delle mani, includendo informazioni utili per cambiare i capi danneggiati o favorire i pagamenti digitali. “Ricordiamo, per ulteriore chiarezza – sottolinea il presidente provinciale Federmoda Ragusa, Daniele Russino – la differenza tra vendite di fine stagione (i cosiddetti saldi), vendite promozionali e vendite di liquidazione. Queste ultime si differenziano dalle prime due perché possono essere effettuate solamente se sussistono determinate condizioni, quali: cessione dell’azienda; chiusura dell’attività commerciale; ristrutturazione o rinnovo dei locali; trasferimento dell’azienda in altro locale. Occorre, inoltre, informare il Comune di competenza prima di svolgere una vendita di liquidazione. È il Comune stesso, infatti, che dovrà verificare se l’attività che ha avanzato richiesta di liquidazione si trova nelle condizioni sopra elencate per poter procedere alla vendita correttamente”.

Le vendite promozionali, invece, a differenza dei saldi che hanno carattere stagionale e riguardano i prodotti invenduti, non sono vincolate a particolari mesi dell’anno, seppure il loro svolgimento deve avvenire per un periodo di tempo limitato. “L’auspicio è che durante questo periodo – conferma il presidente provinciale Confcommercio, Gianluca Manenti – si possa avviare quella fase di recupero da tutti auspicata per lasciarci dietro questo brutto momento e potere ripartire con rinnovato slancio. La crisi è sotto gli occhi di tutti. Ora, però, dobbiamo fare il possibile per cercare di recuperare il terreno perduto”.

Ragusa, 18 giugno 2021

                                                                          

Presidente provinciale Federmoda Ragusa

              Daniele Russino

                                                                                                       Ufficio stampa Giorgio Liuzzo                                                                                                   

Condividi:

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on linkedin
Share on twitter
Share on email
Share on print