News-Bonus-Sicilia-720

BONUS SICILIA. “Aiuti alle imprese turistiche e Credito” –

“Aiuti alle imprese turistiche e Credito” – BONUS SICILIA.

DOTAZIONE FINANZIARIA

L’ammontare delle risorse disponibili del presente avviso è pari ad euro 125.000.000 (centoventicinquemilioni/00).

 

SOGGETTI BENEFICIARI

  1. Possono presentare l’istanza di contributo a fondo perduto:
  2. le microimprese artigiane, commerciali, industriali e di servizi, come classificate ai sensi dell’Allegato 1 – Articolo 2, comma 3, del REGOLAMENTO (UE) N. 651/2014, che:
  • sono regolarmente costituite e iscritte come attive nelle pertinenti sezioni del Registro delle Imprese istituito presso la CCIAA territorialmente competente;
  • hanno la sede legale e/o operativa nella Regione Siciliana;
  • hanno avuto l’attività economica sospesa (per attività economica si intende quella riferita al codice ATECO ai sensi dei D.P.C.M. 11 Marzo 2020 e 22 Marzo 2020 e delle Ordinanze del Presidente della Regione Siciliana emanate nell’ambito dell’emergenza COVID-19, sempre ché non si siano avvalse delle deroghe di cui all’art .1 comma 1 lettere d) e g) del D.P.C.M. 22 Marzo 2020 e successive modificazioni (Allegato 1 – Tabella codici ATECO);
  1. le microimprese alberghiere (cod. ATECO 55.10.00), come classificate ai sensi dell’Allegato 1 – Articolo 2, comma 3, del REGOLAMENTO (UE) N. 651/2014, che:
  • sono regolarmente costituite e iscritte come attive nelle pertinenti sezioni del Registro delle Imprese istituito presso la CCIAA territorialmente competente;
  • hanno la sede legale e/o operativa nella Regione Siciliana;
  • non hanno esercitato l’attività economica oppure hanno registrato una riduzione del fatturato di almeno il 25%, nel periodo marzo/aprile 2020 rispetto al fatturato del periodo marzo/aprile 2019.
  1. Le microimprese di cui al presente articolo potranno presentare esclusivamente una sola richiesta di contributo per partita iva. In caso di microimprese tra loro collegate, ai sensi dell’art.3 dell’Allegato 1 al Regolamento 651/2014 si potrà presentare una sola istanza, pena l’inammissibilità di tutte le istanze presentate dalle imprese risultanti collegate.
  2. Non possono partecipare al presente avviso:

– le persone fisiche titolari di partita iva aventi diritto alla percezione delle indennità previste dagli artt. 27, 38 e 44 del DL 17 marzo 2020 n.18, convertito, con modificazioni, dalla legge 24 aprile 2020 n.27. 

CONDIZIONI DI AMMISSIBILITA

  1. Le imprese di cui all’art.4, alla data di presentazione della istanza, debbono essere in possesso dei seguenti requisiti:
  • essere classificate microimprese, conformemente a quanto previsto dall’Allegato 1 – Articolo 2, comma 3, del REGOLAMENTO (UE) N. 651/2014, ossia imprese che occupano meno di 10 addetti calcolati in termini di numero di ULA (unità lavorative/anno) e che realizzano un fatturato annuo e/o un totale di bilancio annuo non superiore a 2 milioni di Euro;
  • avere sede legale e/o operativa nella Regione Siciliana e risultare attive alla data del 31/12/2019 ed al momento di presentazione della domanda;
  • non presentare le caratteristiche di impresa in difficoltà ai sensi dell’art. 2, punto 18 del Regolamento CE 651/2014 alla data del 31 Dicembre 2019, ad eccezione di quanto previsto dalla Comunicazione della Commissione 2020 C218/03 “Terza modifica del quadro temporaneo per le misure di aiuto di Stato a sostegno dell’economia nell’attuale emergenza del COVID-19”;
  • trovarsi nel pieno e libero esercizio dei propri diritti, non essendo in stato di scioglimento o liquidazione e non essendo sottoposte a procedure di fallimento, liquidazione coatta amministrativa e amministrazione controllata;
  • essere in regola con la normativa antimafia, in particolare attestare la insussistenza di cause di divieto, sospensione o decadenza previste dall’art.67 del D.Lgs. 06/09/2011 n.159 (Codice antimafia);
  • i relativi soci, amministratori e direttori tecnici non sono stati condannati con sentenze passate in giudicato, o con decreti penali di condanna irrevocabili, o con sentenze ex art.444 c.p.p. per uno dei reati elencanti nelle lett. a), b), b-bis), c), d), e) f) e g), dell’art. 80, co. 1, D.Lgs. 50/2016;
  • non è stata destinataria, nei 3 anni precedenti alla data di pubblicazione dell’Avviso, di procedimenti amministrativi connessi ad atti di revoca per violazione del divieto di distrazione dei beni, di mantenimento dell’unità produttiva localizzata in Sicilia, per accertata grave negligenza nella realizzazione dell’investimento e/o nel mancato raggiungimento degli obiettivi prefissati dall’iniziativa, per carenza dei requisiti essenziali, per irregolarità della documentazione prodotta, comunque imputabile al soggetto beneficiario, e non sanabile, oltre che nel caso di indebita percezione, accertata con provvedimento giudiziale, e, in caso di aiuti rimborsabili, per mancato rispetto del piano di rientro.
  1. Ogni eventuale modifica o variazione dei requisiti, intervenuta dopo la presentazione dell’istanza e fino all’erogazione del contributo, deve essere tempestivamente comunicataalla Regione, Dipartimento Attività Produttive, per le eventuali verifiche e valutazioni, pena la decadenza dal diritto al finanziamento e la revoca dello stesso.
  2. I requisiti di cui al comma 1 sono attestati, tramite dichiarazione di cui agli articoli 46 e 47 del decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000, n. 445, ai sensi dell’art. 264 comma 1, lettera a), del D.L. 19.05.2020, n. 34.
  3. Qualora vengano riscontrate irregolarità, successivamente alla erogazione del contributo si procederà alla revoca del contributo. 

IMPORTO DEL CONTRIBUTO A FONDO PERDUTO

  1. Il contributo è concesso, ai sensi del “Quadro temporaneo per le misure di aiuto di Stato a sostegno dell’economia nell’attuale emergenza del COVID-19” e del decreto legge 19 maggio 2020, n. 34, che è stato oggetto di decisione comunitaria (aiuto SA 57021 approvato con decisione C(2020) 3482 final del 12/05/2020), nella misura massima di € 3.500,00 (tremilacinquecento/00) per ciascuna impresa richiedente.
  2. Il contributo concesso effettivo sarà calcolato sulla base del seguente rapporto: dotazione finanziaria di cui all’art. 3 comma 1 diviso numero di istanze utilmente presentate entro i termini di cui all’art. 8 comma 2.
  3. Il contributo di cui al comma 1,ai sensi del paragrafo 3.1 della COM(2020) 1863 final del 19 marzo 2020 (G.U. del 20 marzo 2020) “Quadro temporaneo per le misure di aiuto di Stato a sostegno dell’economia nell’attuale emergenza del COVID-19” e ss.mm.ii. (in ultimo la Comunicazione C(2020)7127 final), è cumulabile con gli aiuti previsti dai regolamenti “de minimis” o dai regolamenti di esenzione per categoria a condizione che siano rispettate le disposizioni e le norme relative al cumulo previste da tali regolamenti.

TERMINI E MODALITA’ DI RICHIESTA DEL CONTRIBUTO

  1. L’avviso è visionabile sul sito istituzionale del Dipartimento delle Attività Produttive all’indirizzo http://pti.regione.sicilia.it/portal/page/portal/PIR_PORTALE/PIR_LaStrutturaRegionale/PIR_A ttivitaProduttive/PIR_DipAttivitaProduttive ed al link https://siciliapei.regione.sicilia.it.
  2. Dalle ore 12:00 del giorno 09 novembre 2020 e fino alle ore 11:59 del giorno 16 novembre 2020 è possibile procedere alla compilazione ed all’invio delle istanze collegandosi all’indirizzo https://siciliapei.regione.sicilia.it secondo le modalità e i termini indicati ai successivi commi 3 e 4.
  3. Le istanze utilmente già compilate, firmate digitalmente e caricate sulla piattaforma SiciliaPei entro le ore 23:59 del giorno 4 ottobre 2020 (incluse le istanze correttamente regolarizzate fino alle ore 23:59 del giorno 7 ottobre 2020, di cui al D.D.G. n. 1837/7.S del 05.10.2020), pena l’esclusione, devono essere tassativamente integrate mediante la compilazione dell’Atto di adesione ai nuovi termini, modalità, criteri ed importo del contributo a fondo perduto (secondo lo schema Allegato 2.A), sottoscritto con firma digitale del legale rappresentante. La documentazione già caricata sulla piattaforma SiciliaPei, integrata dall’Allegato 2.A, deve essere inviata a partire dalle ore 12:00 del giorno 09 novembre 2020 e fino alle ore 11:59 del giorno 16 novembre 2020.
  4. Le nuove istanze, pena l’esclusione, devono essere compilate on line (secondo lo schema Allegato 2.Bis), accedendo con credenziali SPID alla piattaforma disponibile all’indirizzo https://siciliapei.regione.sicilia.it e firmate digitalmente dal legale rappresentante. Tali istanze devono essere inviate a partire dalle ore 12:00 del giorno 09 novembre 2020 e fino alle ore 11:59 del giorno 16 novembre 2020.
  5. Le istanze presenti sulla piattaforma SiciliaPei i cui iter di compilazione e/o firma digitale e/o caricamento non sono stati completati entro le ore 23:59 del giorno 4 ottobre 2020 o entro il termine di regolarizzazione di cui al D.D.G. n. 1837/7.S del 05.10.2020, si considerano decadute. Le imprese che intendono richiedere il contributo devono presentare nuova istanza secondo quanto previsto dal precedente comma 4.
  6. Le istanze di cui ai commi 3 e 4 costituiscono un unico elenco.
  7. L’istanza di accesso al contributo include anche la richiesta di erogazione sul conto corrente/iban dedicato indicato dall’impresa.
  8. L’Atto di Adesione di cui al modello 2.A e il nuovo modello di presentazione dell’istanza di cui al modello 2bis riportano in calce l’autocertificazione inerente la regolarità contributiva che deve essere dichiarata dalle imprese.
  1. Sulla piattaforma https://siciliapei.regione.sicilia.it sono pubblicate le istruzioni per la compilazione della richiesta di contributo.
  2. L’Allegato 2.A e l’Allegato 2.Bis, sono resi nella forma di dichiarazione sostitutiva di certificazione/atto di notorietà, ai sensi degli artt. 46 e 47 del D.P.R. n. 445/2000, e sono soggetti alla responsabilità, anche penale, di cui agli artt. 75 e 76 dello stesso in caso di dichiarazioni mendaci, così come integrati dai commi 2 e 3 dell’art. 264 del D.L. 19 maggio 2020 n.34.
  3. Saranno considerate irricevibili le richieste di contributo:
  4. a) predisposte secondo modalità difformi e inviate al di fuori dei termini previsti dal presente Avviso;
  5. b) predisposte in maniera incompleta e/o non conforme alle disposizioni di Legge e del presente Avviso e non firmate digitalmente dal legale rappresentante;
  6. c) prive della corretta compilazione, sottoscrizione ed invio dell’Atto di adesione di cui all’Allegato 2.A (per le sole istanze di cui al comma 3 del presente articolo).

D.D.G. N. 2198-7.S BONUS.SICILIA

 

La Segreteria Provinciale

Condividi:

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on linkedin
Share on twitter
Share on email
Share on print