Mancato utilizzo del Pos, vessatorie le sanzioni ai commercianti Confcommercio Ragusa chiederà agli istituti di credito convenzionati di attuare misure di premialità per gli associati così da ridurre i costi

“Sono vessatorie le sanzioni ai commercianti sul mancato utilizzo del Pos”. A sostenerlo il presidente provinciale Confcommercio Ragusa, Gianluca Manenti, facendo riferimento alle novità normative che rischiano di avere una incidenza devastante per gli operatori del settore del commercio. “Bisogna incentivare e promuovere l’utilizzo di strumenti elettronici di pagamento diminuendo di gran lunga i costi di gestione e quelli relativi al transato – chiarisce Manenti – un sistema sanzionatorio penalizza e non è certamente la via giusta, considerato che questa è una tendenza sempre più diffusa nel nostro paese per andare incontro alle esigenze dei consumatori. Se l’obiettivo è quello di combattere l’evasione fiscale, bisogna tenere presente che le carte di credito o di debito non esauriscono il novero di strumenti elettronici che consentono la tracciabilità dei pagamenti. L’utilizzo del Pos rimane una priorità, ma certo non convince, ed è una misura vessatoria nei confronti delle imprese, la previsione di obblighi di tenuta di questo strumento e, ancor di più, di sanzioni nel caso di mancato utilizzo. Come Confcommercio Ragusa chiederemo agli istituti di credito bancario a noi convenzionati di attuare misure di premialità per i nostri associati in modo da ridurre i costi di mantenimento. Siamo pronti al cambiamento ma senza essere vessati”.

 Ragusa, 24 ottobre 2019

 

Presidente provinciale Confcommercio Ragusa

Gianluca Manenti

                                                                                         Ufficio stampa Giorgio Liuzzo           

Il presidente provinciale di Confcommercio Ragusa Gianluca Manenti