BANDIERE BLU PER L’ESTATE 2019 A RAGUSA, ISPICA E POZZALLO. IL PRESIDENTE PROVINCIALE CONFCOMMERCIO MANENTI: “E’ IL MODO GIUSTO PER DARE IL VIA ALLA STAGIONE ESTIVA”

Bandiere blu 2019 ai Comuni di Ragusa, Ispica e PozzallO. Il presidente Confcommercio provinciale Manenti: E il modo giusto per dare il via alla prossima stagione estiva sul nostro territorio

“Si riparte. E con lobiettivo di arrivare a tagliare traguardi di prestigio sul fronte dellincoming turistico. Abbiamo tutte le carte in regola per far sì che ciò avvenga. A dirlo è il presidente provinciale Confcommercio Ragusa, Gianluca Manenti, che si complimenta con le amministrazioni comunali di Ragusa, Pozzallo e Ispica per avere ottenuto dalla Fee la bandiera blu per il 2019. A parte la riconferma per Ragusa e Ispica afferma Manenti ritengo che non si possa fare a meno di sottolineare la riconquista del prestigioso riconoscimento per Pozzallo che ha rispettato tutti i parametri richiesti e che è stata giustamenteinserita di nuovo nel prestigioso club siciliano delle spiagge che possono fregiarsi dellambito riconoscimento. Tutto questo, però, deve rappresentare, oltre che per le amministrazioni comunali, anche e soprattutto per gli operatori del settore, un punto di partenza, affinché si possa arrivare a migliorare sempre di più sotto laspetto dellaccoglienza, un tema che ci preme in maniera particolare affrontare nella maniera giusta. Diciamo che lestate 2019, ormai alle porte, è destinata, in questo modo, a partire con il piede giusto. Non ci sono dubbi sul fatto che il territorio abbia una grande responsabilità per far sì che questi riconoscimenti possano essere vissuti nella maniera dovuta. Occorreimpegnarsi sempre di più al fine di attirare visitatori e turisti. E i riconoscimenti ottenuti vanno nella giusta direzione.

Ragusa, 4 maggio 2019

                                                         

 Presidente Confcommercio provinciale Ragusa

  Gianluca Manenti

                                                                                 Ufficio Stampa Giorgio Liuzzo